«Il “modo” in cui si apprende sembra essere oggi più rilevante del “che cosa” si apprende, così come il modo di insegnare sembra più importante dei contenuti dell’insegnamento. Un insegnamento che promuova solo l’apprendere ripetitivo, che non favorisca la partecipazione attiva degli studenti, che non accenda la loro curiosità, non è sufficientemente sfidante da suscitare la motivazione.
 
Imparare attraverso la ricerca e la soluzione di problemi educa capacità cognitive e mentali diverse e più significative di quelle di una semplice ricezione delle informazioni, e stimola anche modalità di lavoro collaborativo. Non va, però, sottovalutato il valore dei contenuti di apprendimento. Se non è indifferente il come un alunno apprende, non lo è nemmeno il che cosa. (…)
 
L’insegnamento e l’apprendimento rappresentano i due termini di una relazione che non è solo tra un oggetto di studio e una mente che apprende, ma tra persone. Tale relazione non può basarsi su rapporti solo tecnici e professionali, ma deve nutrirsi di stima reciproca, di fiducia, di rispetto, di cordialità. L’apprendimento che ha luogo in contesti in cui i soggetti percepiscono un senso di appartenenza è ben diverso da un apprendimento che avviene in una cornice di individualismo, di antagonismo o di freddezza reciproca».
 
Il presente estratto da Educare oggi e domani. Una passione che si rinnova. Instrumentum laboris, della Congregazione per l'Educazione Cattolica, descrive la valenza e il metodo con cui viene erogato dall’Università degli Studi di Perugia, nel merito dal Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione, il Corso di Perfezionamento in Progettazione, Gestione e Coordinamento dell’Oratorio.
 
Si tratta di un corso di perfezionamento accademico di I livello, post laurea, inserito nell’offerta pubblica dell’Università italiana dal 2011. Un corso universitario che rilascia un titolo accademico ufficiale, riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione. Una conquista storica per l’oratorio.
 
Centocinquanta tra responsabili e coordinatori di oratorio, educatori, sacerdoti e incaricati di pastorale giovanile, che desideravano perfezionare le proprie competenze nella progettazione, nella gestione, nel coordinamento di tale proposta educativa, e giovani e adulti intenzionati o incaricati dalla comunità parrocchiale di progettare e aprire l’oratorio, dal 2011 a oggi hanno studiato a Perugia al Corso di Perfezionamento Oratorio e hanno conseguito il perfezionamento accademico come coordinatori d’oratorio sotto l’egida della direzione didattica del prof. Marco Moschini e di un corpo docenti di Perugia e di diversi Atenei privati e pubblici italiani, che studiano l’oratorio come ambiente di crescita integrale della persona e hanno tessuto in questo corso un ambiente reale di relazioni, rete e reciprocità ed hanno co-costruito una cultura condivisa di oratorio.
 
Il corpo docenti ha incarnato nelle lezioni esattamente l’approccio introdotto in Educare oggi e domani: il contenuto è l’elemento basilare e prioritario per la progettazione educativa di un oratorio, e il metodo, e in particolare il metodo dell’animazione, che è il medium identitario dell’oratorio, è a servizio di tale contenuto.
 
Per una progettazione educativa di oratorio, il contenuto primario da cui partire è la centralità della persona e il significato del suo esistere. E la professionalità di un educatore di oratorio si attua proprio nel saper far esprimere con competenza e con passione educativa il ragazzo, in tutta la sua ampiezza e potenzialità, offrendogli strumenti e modelli di crescita armoniosa, credibili e utili a renderlo autonomo e consapevole interprete della propria vita.
 
Insieme al professor Moschini, docente di antropologia e di etica religiosa all’Università di Perugia, non si ha avuto timore a parlare di oratorio e della sua funzione educativa e sociale riconosciuta dalla legge italiana, ma neanche di come il senso della vita dei ragazzi dell’oratorio si compia, in tutta la sua bellezza, attraverso il dialogo con Dio.
 
Il Corso di Perfezionamento Oratorio è alla sua IV edizione. A fine marzo 2017 iniziano le lezioni e sono aperte le iscrizioni. Per informazioni: cdp.oratorio@unipg.it e oratorio.unipg.it.

 
Silvia Bortolotti
 
 

 
 
 

 

 
Salva Segnala Stampa Esci Home